Copyright © 2015 OAPPC - FC

Stampa

Informazioni

  • Ente promotore: Ente promotore
  • Dove: Forlì (FC)

 

Comunicato del Presidente dell’Ordine e Auguri Festività 2020

Care Colleghe e Cari Colleghi Architetti e Amici dell’Ordine

Con l’Assemblea Ordinaria del 22 dicembre, per le attività amministrative dell’Ordine si è chiuso l’anno 2020, l’Assemblea ha discusso il principale atto amministrativo annuale il Bilancio di Previsione 2020.

Con il Consiglio dell’Ordine, abbiamo proposto un bilancio ce conferma i fondamentali elementi di costituzione, la quota resta invariata, così come non variano le modalità di riscossione e i principali importi per le erogazioni dei servizi.

Confermiamo l’abbonamento ad Europa concorsi, l’adesione a Divisare, la fornitura della PEC e i servizi in convenzione per la firma digitale. Confermiamo la volontà di proporre un piano di offerta formativa che possa garantire opzioni per l’adempimento gratuito dell’obbligo formativo, piano di offerta che si incardina sulle attività ordinistiche, sull’evento Festa dell’Architettura e come necessaria e utile conseguenza del 2020 su accordi di erogazione formazione on-line con CNAPPC, Federazione, Enti Formativi e enti pubblici con Associazioni. Teniamo inoltre a disposizione importi per approfondimenti normativi e per attivazione di collaborazioni nelle attività promosse dagli Architetti Italiani come ad esempio l’esperienza Abitare il Paese.

Confermiamo le attività di confronto con le altre professioni, l’espansione delle attività del CUP Provinciale, l’adesione al CUP Regionale attraverso la Federazione Regionale degli Ordini degli Architetti PPC, nell’orizzonte la costituzione di una Rete delle Professioni Tecniche Regionale, sulla scorta della positiva esperienza nazionale.

Le novità principali per il prossimo anno risiedono nel compimento dell’adeguamento della pianta organica dell’Ordine attraverso un Concorso Pubblico che ha portato all’individuazione di una nuova dipendente dell’Ordine. Un ruolo anche dedicato alle attività di servizio agli iscritti ed in particolare per quanto alla Formazione. Un progetto di dotazione di personale per il quale abbiamo lavorato fin dalla precedente consiliatura la dove avevamo affiancato all’Ordine la Associazione APPA specificatamente dedicata al servizio degli iscritti per l’adempimenti dell’obbligo formativo e per la definizione e calendarizzazione di eventi e seminari. Un servizio che abbiamo sperimentato fondamentale e di diffuso e gradito riscontro, per puntualità e semplificazione delle procedure. L’avere previsto negli anni somme dedicate a tali servizi ci consente oggi, con un incremento di costi commisurato, di compiere questo importante passo per la definizione di un Ordine sempre più pronto al grande lavoro che gli compete.

L’anno 2020 è stato anno difficile che ha richiesto un accresciuto impegno della segreteria e del Consiglio per seguire le innumerevoli azioni promosse dallo stato e dagli enti territoriali che non sempre hanno trovato la nostra condivisione ma che sempre hanno trovato la nostra partecipazione con una collaborazione attenta e presente.

La riduzione delle attività in presenza cosi come la necessaria riduzione degli eventi formativi, a partire dalla FA2020 che non si è potuta tenere, e delle attività istituzionali in presenza hanno generato economie che sono state comunque salvaguardate a beneficio dell’avanzo di amministrazione che nel prossimo aprile, in occasione del Bilancio Consuntivo, verrà definitivamente certificato su importi di estrema sicurezza per l’Ordine a servizio delle scelte che si vorranno definire. Anche questo è stato un obiettivo del Consiglio al fine di consegnare un Bilancio in ordine e un quadro degli impegni chiaro e certificato.

Voglio qui segnalare il prezioso contributo della Revisore dei Conti Dott.ssa Marcella Manuzzi che ci ha guidato nel ridisegno della struttura di Bilancio in adesione alle nuove indicazioni di contabilità degli Ordini che è oggi dotato di un Regolamento di Contabilità.

Tra le economie di Bilancio e nello sforzo condiviso di non flettere nell’erogazione dei servizi istituzionali, ricordo che il Consiglio dell’Ordine all’interno della fase critica di marzo aprile 2020 ha voluto riconoscere, a nome di tutti gli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Forlì-Cesena, un contributo di 5'000,00 euro all’ASL Romagna per l’emergenza COVID_19 e segnatamente per attrezzature a servizio degli ospedali di Forlì e di Cesena.

Si chiude cosi un anno impegnativo che è in definitiva l’ultimo anno di impegno ordinistico del Consiglio eletto nell’estate del 2017 che vedrà terminare il proprio mandato nel Giugno 2021.

Quindi il 2021 sarà anno elettorale, sono certo che tra gli 850 colleghi di questa Provincia risiedano le forse per un impegno civico ed ordinistico che possa proseguire quanto di buono fino a qui proposto e migliorare le innumerevoli mancanze o insufficienza dimostrate.

Spero che i Consiglieri rieleggibili che attualmente siedono in Consiglio possano ripresentare la propria disponibilità, hanno dimostrato impegno e coerenza con il mandato ricevuto credo sinceramente che possano essere perno di una nuova stagione di promozione della figura dell’Architetto e dell’Architettura.

Voglio qui ricordare l’ingresso in Consiglio della collega Arch. Alessandra Arienti che ha surrogato le dimissioni per esigenze familiari della Consigliera Arch. Giorgia Bianchi; un ingresso positivo e concreto del quale ringrazio la nuova Consigliera.

Durante l’Assemblea di fine anno abbiamo ricordato specifiche notizie e novità e qui ne voglio ripercorrere alcune:

_È ipotizzata una edizione della FA2021 per il mese di Maggio 2021, contenuti modalità e programma terranno conto dell’emergenza Covid_19 e saranno presto presentati alla Vs attenzione;

_È in animo del Consiglio programmare il trentennale della istituzione dell’Ordine di Forlì-Cesena che ricorre nell’anno 2021 e quindi accompagnare tale appuntamento con iniziative di riflessione sulla figura dell’Architetto Pianificatore Paesaggista e Conservatore oltre al riconoscimento verso coloro che nel tempo hanno svolto servizio agli iscritti; valuteremo il calendario e accompagneremo all’iniziativa altre attività in fase di approfondimento;

_Il Consiglio Nazionale degli Architetti PPC con delibera di Consiglio dello scorso 15 dicembre ha disposto la proroga del periodo di ravvedimento operoso per l’adempimento dell’obbligo della formazione continua obbligatoria relativo al triennio 2017-2019, con possibilità di recupero anche a valere per i CFP mancanti del triennio precedente, alla data del 30 giugno 2021; sono a disposizione ulteriori 6 mesi per il recupero dell’adempimento e per evitare procedimenti disciplinari collegati.

_L’anno 2020 ha visto la partenza operativa degli accordi con Università di Ferrara e di Parma per i Tirocini professionali sostitutivi di una parte dell’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione. Contiamo di arrivare presto alla firma dell’Accordo anche con Università di Bologna a vantaggio degli studenti della Facoltà di Architettura di Cesena, è un impegno importante e gravoso anche per l’Ordine ma ci pare necessario ed importante per sollecitare l’integrazione tra mondo professionale e facoltà e per accrescere e facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro per le giovani generazioni.

Al termine dell’Assemblea di Bilancio, che ha visto l’approvazione della proposta presentata si è tenuto il consueto evento formativo per le materie ordinistiche.

Abbiamo intitolato l’evento “Rappresentare gli Architetti” ed ha visto la presenza del Presidente Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori Arch. Giuseppe Cappochin.

È stato un evento partecipato da moltissimi colleghi raggiungendo i 410 collegati, che su 850 iscritti rappresenta una cifra importante che solo le nuove tecnologie ci consentono di raggiungere. L’ampia partecipazione ci conferma l’interesse degli iscritti alle attività che svolgiamo ed insieme ci consegna massima responsabilità.

La presenza del Presidente nazionale Arch. Cappochin conferma l’attenzione verso i territori delle 100 provincie italiane, il Presidente ha portato all’attenzione degli iscritti l’intenso lavoro del CNAPPC segnalando i prossimi appuntamenti.

È stata un’occasione di confronto di notevole efficacia dedicata alle materie ordinistiche ed in particolare all’attività del Consiglio nell’impegno provinciale, regionale e nazionale; incontro intenso e ricco di spunti di riflessione che hanno coinvolto per l’intero pomeriggio gli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia.

Le relazioni dei consiglieri e dei relatori partecipanti hanno toccato i punti promossi dal Consiglio con aggiornamenti sulle azioni Inarcassa (cassa di Previdenza per gli Architetti Liberi Professionisti) con il delegato Arch. Marco Mercuriali e con spunti e suggerimenti sulle Assicurazioni di RC professionale anche in ragione dell’avvio del Superbonus 110% con la relazione del consulente Luigi Benelli.

L’evento è poi proseguito con la Vice-Presidente Arch. Claudia Cagneschi che ha presentato la sintesi del progetto “Abitare il Paese”, progetto che ha coinvolto e coinvolgerà alcuni istituti scolastici della provincia per diffondere la cultura della qualità del costruito e della città pubblica.

È stata presentata l’ipotesi di lavoro dei gruppi PUG ed ONSAI per alimentare di contenuti e proposte il rapporto con i Comuni nella predisposizione della nuova pianificazione urbanistica prevista dalla LR.24/2017 e per l’osservatorio sui contratti pubblici per i servizi di architettura e ingegneria.

Si è data informazione di una parte dell’attività svolta nell’ambito della Federazione degli Ordini degli Architetti PPC dell’Emilia Romagna, della quale sono stato coordinatore tra il 2013 e il 2017.

Si è parlato della attività dei gruppi di lavoro della Federazione Regionale sulla certificazione energetica con la realizzazione di un portale dedicato al superbonus 110% a servizio degli iscritti e dei cittadini; della  partecipazione degli Architetti con le professioni tecniche dell’Emilia Romagna, alla stesura degli atti regionali di armonizzazione normativa sismica in seguito alle innovazione dello Sblocca Cantieri del 2019 e sul DL regionale di semplificazione edilizia in fase di approvazione da parte dell’Assemblea Legislativa e derivante dalla Legge 120/2020 di semplificazione statale.

Si è fatto cenno alla proposta che le Professioni Tecniche dell’Emilia Romagna hanno inviato all’Amministrazione Regionale per una Legge sull’Equo Compenso e la Certezza dei Pagamenti e sulla quale si è attivato il confronto. Una legge per evitare gli incarichi pubblici con clausole vessatorie o compensi zero, limitare ribassi sconcertanti e per consentire negli incarichi privati la certezza dei pagamenti nell’ambito dell’efficacia dei titoli abilitativi.

Una proposta condivisa dalla professioni tecniche dell’Emilia-Romagna che già nel 2019 avevano presentato all’Amministrazione Regionale e che l’emergenza Covid_19 ha necessariamente accantonato a vantaggio di altre più urgenti priorità; una proposta che è il momento di discutere anche in ragione delle poco edificanti esperienze che anche in questa Provincia stiamo verificando, sia sul fronte di ribassi sconsiderati negli affidamenti pubblici che sul fronte di ipotesi di incarichi privati con clausole vessatorie.

L’evento del pomeriggio ha visto poi protagonista il Presidente Nazionale Arch. Giuseppe Cappochin che ha portato sintesi del lavoro svolto segnalando alcuni dei risultati raggiunti ed in particolare, l’approvazione delle Linee Guida sull’Architettura da parte del Consiglio Superiore dei lavori Pubblici, preludio per una Legge sull’Architettura.

Un documento che valorizza la centralità del progetto di architettura e della qualità del costruito e indica in maniera precisa lo strumento del Concorso per il progetto della città pubblica.

Il Presidente Cappochin “Un risultato storico che è sintesi di un lavoro di oltre due anni partito dall’VIII Congresso Nazionale degli Architetti del luglio 2018 con il Ministro Bonisoli e proseguito anche con il nuovo governo con slancio e determinazione, con la partecipazione degli Ordini e delle Federazioni Regionali in oltre 170 incontri e audizioni, con una sintesi poi affidata nel concerto con il Ministero e della quale gli architetti, con la partecipazione del loro Presidente, sono stati protagonisti”, per poi proseguire “Grazie all’impegno del Sottosegretario MIT On. Margiotta siamo arrivati alla approvazione nella prima seduta convocata dopo oltre 8 mesi di fermo per l’emergenza Covid_19, inizia ora il viaggio per una Legge sull’Architettura”.

Il Presidente ha poi relazionato sulle molteplici attività del CNAPPC tra le quali l’interesse alla nuova legge per la Rigenerazione Urbana in discussione al Senato a prima Firma del Senatore Ferrazzi e per l’istituzione di un tavolo ministeriale per la nuova legge fondamentale urbanistica che superi la norma vigente del 1942.  

Il Presidente “Innovazioni legislative che si auspica possano confrontarsi con le innovazioni dei territori tra le quali spicca l’esperienza dell’Emilia-Romagna. Argomenti sui quali gli Architetti Italiani, anche con la partecipazione del Presidente Arch. Paolo Marcelli, hanno costruito proposte focalizzate dal Congresso del Luglio 2018, proposte che sono parte integrante delle ipotesi di riforma sul tavolo del legislatore”.

Il pomeriggio si è poi concluso nel confronto con il presidente Arch. Cappochin sull’impegno, la responsabilità della rappresentanza.

Il Presidente Arch. Cappochin ha concluso “Grazie all’impegno del Consiglio dell’Ordine degli Architetti di Forlì-Cesena. Con questo pomeriggio è la quarta volta che partecipo alle attività dell’Ordine di Forlì-Cesena, sono stato presente a due edizioni della Festa dell’Architettura nel 2016 e nel 2019 oltre che ad un incontro presso la sede Technogym di Cesena. Vi ringrazio della sempre calorosa accoglienza e ancora dell’ospitalità che mi avete sempre riservato con l’augurio di buone feste e un buon inizio anno 2021”.

Arriva a conclusione il comunicato di fine anno che vuole essere sintesi, certo non esaustiva, sui principali temi trattati nel corso dell’anno.

Restano molte altre informazioni da divulgare e ancor di più necessità da intercettare.

Siamo come sempre a disposizione per ogni chiarimento e l’occasione è buona per rinnovarvi l’invito alla partecipazione.

Cogliamo questa occasione per ringraziare dell’impegno profuso e della disponibilità, anche a nome di Voi tutti che ce ne rappresentate le qualità, la Segretaria Monia Onofri e l’Arch. Valentina Montalti segretaria della Associazione APP.a e dal 2021 nuova dipendente dell’Ordine.

Voglio ancora ringraziare i colleghi impegnati nel Consiglio di Disciplina; che in questo anno terribile hanno proseguito questo delicato compito in un quadro normativo certamente difficile ma comunque sempre con fare responsabile e attento alle indicazioni del Codice Deontologico.

Rivolgo a tutti i miei più sinceri auguri per le prossime festività. Il 2020 è stato un anno difficile, di crisi e tutt’oggi foriero di complessità nell’esercizio della Professione come Dipendente o come Libero Professionista.

In questo anno non abbiamo mai mollato la spinta progettuale verso il futuro che caratterizza l’Architetto e pur tra mille difficoltà ci siamo impegnati nelle innovazioni che abbiamo in parte qui rappresentato.

Inizieremo il 2021, che è anno elettorale e termine della nostra esperienza a servizio degli iscritti, con uguale spinta propositiva come il Presidente Arch. Cappochin ci ha rappresentato.

Questo è il nostro impegno!

 

Arriva infine il piacere di AugurarVi, con il Consiglio e l'Ufficio di Segreteria, un Sereno Natale e un Buon Anno 2021.

Per il Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Forlì-Cesena

Arch. Paolo Marcelli Presidente

 

I Consiglieri

Arch. Claudia Cagneschi Vice Presidente

Arch. Lorenzo Tappi Vice Presidente

Arch. Federico Tomasini Tesoriere

Arch. Camilla Fabbri Segretario

Arch. Riccardo Bacchi

Arch. Alessandra Arienti

Arch. Paolo Severi

Arch. Luca Fabbri

Arch. Alessandro Piraccini

Arch. Jr Caterina Madeo

 

 

 

Comunicato di fine anno 2020.pdf

Ordine Auguri 2020.pdf

 


 
Ordine Architetti P.P.C. Forlì e Cesena / via G. Pedriali 17, 47121 Forlì
Tel 0543. 31645 / Fax 0543.807060 / e-mail Segreteria: info@forli-cesena.awn.it / Posta Elettronica Certificata: oappc.forli-cesena@archiworldpec.it
Codice Fiscale 92014880402 / Codice Univoco Ufficio UF5KB8
Credits

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per saperne di piu'

Approvo