Copyright © 2015 OAPPC - FC

« Gennaio 2021 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

Stampa

Informazioni

  • Ente promotore: Ente promotore
  • Scad. iscrizioni: Lunedì, 18 Gennaio 2021
 
Rinnovo della Commissione regionale per il paesaggio di cui all’art. 71 della L.R. n. 24 del2017 e dell’art. 137 del D.Lgs. n. 42 del 2004 – Designazione candidati esterni Esperti in materia di paesaggio
 
Scadenza presentazione candidatura alle ore 24:00 del giorno 18 gennaio 2021
 
 
La Regione Emilia-Romagna nei prossimi mesi procede al rinnovo, per scadenza naturale, della Commissione regionale per il paesaggio (da qui in avanti Commissione regionale) di cui dell’art. 137 del D. Lgs. n. 42 del 2004 (Codice dei beni culturali e del paesaggio, da qui in avanti Codice) e dell’all’art. 71 della L. R. n. 24 del 2017. 
 
 
Composizione della Commissione regionale
In attuazione dell’art. 71, comma 5, della L.R. n. 24 del 2017, la DGR n. 1611 del 16/11/2020 ha stabilito la composizione della Commissione regionale sulla base delle disposizioni dell’art.137, comma 2, del Codice. La Commissione regionale, quindi, è composta come di seguito riportato:
per la Regione Emilia-Romagna:
− il Responsabile del Servizio Pianificazione territoriale e urbanistica, dei trasporti e del paesaggio;
− il Funzionario P.O. Pianificazione paesaggistico del Servizio Pianificazione territoriale e urbanistica, dei trasporti e del paesaggio;
per il Ministero dei Beni e della attività culturali e del turismo:
− Direttore del Segretariato Regionale del Ministero dei beni culturali e delle attività culturali e del turismo per l’Emilia-Romagna;
e, in base alla competenza territoriale delle proposte e degli oggetti esaminati dalla Commissione regionale:
− Soprintendente Archeologia, Belle arti e Paesaggio della Città metropolitana di Bologna e delle province di Reggio Emilia, Modena e Ferrara;
− Soprintendente Archeologia, Belle arti e Paesaggio delle province di Parma e Piacenza;
− Soprintendente Archeologia, Belle arti e Paesaggio delle provincie di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini;
Esperti di paesaggio:
N. 3 Esperti di paesaggio1, individuati dalla Giunta regionale di norma tra soggetti di qualificata, pluriennale e documentata professionalità ed esperienza nella materia della tutela del paesaggio, eventualmente scelti nell’ambito delle terne designate dalle Università aventi sede in Regione, dalle fondazioni aventi per statuto finalità di promozione e tutela del patrimonio culturale e dalle associazioni portatrici di interessi diffusi oppure designati direttamente dalla Giunta regionale.
 
Competenze della Commissione regionale
Le competenze della Commissione regionale in base alle indicazioni dell’art. 71 della L.R. n. 24 del 2017 sono le seguenti:
− esaminare le richieste presentate dai soggetti legittimati (v. oltre) al fine di proporre alla Giunta regionale (art. 71, comma 1 della L. R. n. 24 del2017):
− la dichiarazione di notevole interesse pubblico paesaggistico, di cui all'articolo 140 del Codice, specificando le prescrizioni, le misure e i criteri di gestione degli ambiti individuati e i relativi interventi di valorizzazione;
− la verifica e aggiornamento della dichiarazione di notevole interesse pubblico paesaggistico, qualora siano venute a mancare o siano oggettivamente mutate le esigenze di tutela del bene, ovvero nei casi di incertezza sull'esistenza e vigenza di un vincolo paesaggistico, a norma degli articoli 138 e seguenti del Codice;
− l'integrazione delle dichiarazioni di notevole interesse pubblico di cui all'articolo 141-bis del Codice di competenza regionale.

La Commissione ha ulteriori competenze e in particolare:
− propone alla Giunta regionale la propria valutazione in merito all’eventuale procedura di dichiarazione di notevole interesse pubblico paesaggistico avviata da parte del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo (MiBACT) ai sensi dell’art. 140 del Codice, al fine di permettere alla Giunta di esprimere il proprio parere (art. 71, comma 3, della L. R. n. 24 del 2017);
− esprime il proprio parere anche in merito alle proposte di integrazione delle dichiarazioni di notevole interesse pubblico di competenza ministeriale, di cui all'articolo 141-bis del Codice, su richiesta del MiBACT (art. 71, comma 4, della L. R. n. 24 del 2017).
 
La Commissione regionale agisce d'ufficio o su istanza presentata dalla Regione, dagli Uffici territoriali del MiBACT, nonché dalla Città metropolitana di Bologna, dai soggetti d'area vasta, dai Comuni o loro Unioni, anche attraverso gli strumenti di pianificazione ai sensi dell'articolo 66, comma 5, della L. R. n. 24 del 2017.
 
Ambito di competenza territoriale
A seguito di quanto disposto dall’art. 137 del Codice e dall’art. 71 della L.R. n. 24 del 2017, l’istituzione prevede che la Commissione regionale sia un unico organo competente per tutto il territorio regionale.
Tuttavia, la Regione Emilia-Romagna, in considerazione dell’ampiezza e delle peculiarità paesaggistiche del territorio regionale, e dell’attività da svolgere, che presuppone una approfondita conoscenza delle caratteristiche paesaggistiche, storiche, testimoniali, naturalistiche, culturali del territorio, ha ritenuto opportuno articolare la composizione interna della Commissione regionale in tre macro-aree.
La suddivisione del territorio regionale, stabilita fin dalla prima costituzione della Commissione regionale e confermata dalla citata DGR n. 1611 del 16/11/2020, è stata operata sulla base delle caratteristiche territoriali, sociali ed economiche, e anche tenendo conto anche della suddivisione territoriale di competenza degli organi periferici del MiBACT, al fine di rendere più operativa l’attività della Commissione regionale.
Le tre macro-aree in cui si articola la Commissione regionale sono pertanto:
1. territorio corrispondente alle Province di Piacenza e Parma;
2. territorio corrispondente alla Città metropolitana di Bologna e delle Province di Reggio Emilia, Modena, Ferrara;
3. territorio corrispondente alle Province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini.
Le convocazioni della Commissione regionale, quindi, seguono tale suddivisione articolata, in considerazione della macro-area su cui insiste l’area o il bene relativo all’oggetto all’ordine del giorno.
 
In conseguenza di ciò, l’individuazione e la nomina di esperti da parte della Regione rispetterà tale suddivisione in macro-aree, per ognuna della quali verranno individuati n. 3 degli Esperti di paesaggio.
 
Requisiti richiesti per la designazione
I componenti esterni di cui si tratta verranno individuati tra i soggetti di qualificata, pluriennale e documentata professionalità ed esperienza nella materia della tutela del paesaggio.
In particolare, si specificano di seguito alcuni campi di professionalità/esperienza che si richiede siano di competenza dei designati:
pianificazione territoriale e paesaggistica;
tutela, valorizzazione e gestione del paesaggio;
progettazione edilizia e urbanistica;
tutela beni archeologici, architettonici e culturali;
tutela dell’ambiente, della natura e degli aspetti geomorfologici;
analisi e rappresentazione del territorio;
gestione del territorio rurale e forestale.
La conoscenza e l’esperienza dei designati si deve intendere relativamente alle singole macro-aree territoriali sopra indicate.
Il possesso dei requisiti richiesti verrà valutata dal Servizio regionale competente attraverso l’analisi del curriculum vitae individuale, senza il quale la candidatura sarà considerata non valida.
 
Si precisa che in base alla normativa vigente, la partecipazione ai lavori della Commissione regionale per il paesaggio non dà luogo al riconoscimento di indennità, compensi, gettoni di presenza o altri emolumenti, comunque denominati (art. 71, comma 6, L. R. n. 24 del 2017).
In base all’art. 7, comma 3, del “Regolamento per il funzionamento della Commissione regionale per il paesaggio” approvato con la DGR n. 1611 del 16/11/2020, è fatto salvo esclusivamente il rimborso delle spese vive sostenute degli Esperti di paesaggio nella misura prevista dalla legislazione regionale in vigore per il trattamento di missione, qualora le sedute della Commissione regionale si svolgano al di fuori della sede ordinaria, ovvero qualora la partecipazione ai lavori imponga l’effettuazione di sopralluoghi necessari allo svolgimento dell’esame delle proposte. Per ottenere tale rimborso sarà necessario presentare le opportune attestazioni formali.
 
Presentazione delle candidature: entro e non oltre il 18 gennaio 2021 in modalità PEC TO PEC all'indizzo di posta elettronica certificata dell'Ordine Architetti P.P.C. della Provincia di Fc
Non saranno prese in considerazione le segnalazioni ricevute prive di curriculum vitae oppure inviate successivamente alla data di scadenza indicata.
 
L’individuazione degli Esperti di paesaggio, sulla base dell’istruttoria tecnica, sarà oggetto di deliberazione della Giunta regionale.
La Commissione regionale verrà successivamente nominata con decreto del Presidente della Regione, e durerà in carica 5 anni. La sua sede è presso la Regione Emilia-Romagna.
 
Per ogni chiarimento o necessaria comunicazione sarà possibile contattare il numero 051/5276937, ovvero i seguenti indirizzi mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

  curriculum

 

 

 

 
 

 
 
 

 


 
Ordine Architetti P.P.C. Forlì e Cesena / via G. Pedriali 17, 47121 Forlì
Tel 0543. 31645 / Fax 0543.807060 / e-mail Segreteria: info@forli-cesena.awn.it / Posta Elettronica Certificata: oappc.forli-cesena@archiworldpec.it
Codice Fiscale 92014880402 / Codice Univoco Ufficio UF5KB8
Credits

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Puoi conoscere i dettagli consultando la nostra cookie policy. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Per saperne di piu'

Approvo